Non tutti gli isolanti termici per edifici sono uguali. Al contrario, ciascuno di essi presenta specifiche caratteristiche meccaniche e tecnologiche, le quali si riflettono sulla loro maggiore o minore capacità di isolare gli ambienti dagli sbalzi di temperatura, dall’umidità e dai rumori esterni. Per questo motivo, nel momento in cui si decide di rivestire la propria abitazione con un materiale isolante, è necessario capire le necessità specifiche dell’edificio, la configurazione delle mura esterne e il loro eventuale grado di usura.

Provvedere a tali compiti in maniera autarchica è un’idea puramente velleitaria: perché un isolamento sia realizzato come si deve, è necessario rivolgersi ad aziende specializzate nel settore. Aziende come Co.Imper, impresa edile di Grosseto, che da anni opera nell’ambito della realizzazione di coibentazioni per edifici pubblici e privati, nel rifacimento di tetti e facciate e nella realizzazione di piscine.

Parametri per la scelta dell’isolante giusto

Ad esempio, poniamo il caso che la vostra esigenza sia quella di isolare termicamente un edificio di proprietà. Un’azienda seria vi proporrà la soluzione migliore in base alle caratteristiche dell’immobile, desunte dopo un attento esame strutturale dello stesso. Da tale esame, emergerà il materiale più adatto, valutato sulla base di parametri ben precisi.

  • Valore della conducibilità termica. Indicato dalla lettera greca lambda (λ), esso indica la capacità coibente del materiale. Più basso è tale valore, maggiore è il potere isolante del materiale.
  • Spessore del materiale applicabile. Che questo possa essere installato internamente, oppure applicato esternamente alla superficie delle pareti, va da sé che più lo strato isolante è spesso e maggiore è la capacità isolante dello stesso.
  • Sfasamento termico. Tale parametro indica il tempo necessario a una determinata temperatura per attraversare il materiale e giungere all’interno dell’edificio.
  • Capacità traspirante. Indica l’attitudine del materiale a disperdere l’umidità ed evitare la formazione di condensa.
  • Atossicità, resistenza alle muffe, proprietà ignifughe. Solo in apparenza caratteristiche secondarie, rappresentano invece quelle qualità che fanno di un isolante – magari un buon isolante – un materiale pienamente sicuro sotto ogni punto di vista.

Avete bisogno di maggiori informazioni sull’isolamento termico? Contattate Co.Imper, leader del settore a Grosseto e provincia.